Il giardino oggi

Il Giardino botanico di Villa Mirasasso non è un parco pubblico. È un’opera d’arte creata dall’uomo, dalla natura e dal tempo e pertanto oggi è un bene protetto. È un fiore all’occhiello di Sežana, un monumento del Carso e un orgoglio nazionale, degno di ammirazione e rispetto. È un luogo destinato al pubblico, agli abitanti del posto e ai visitatori, per venirci e sentire quello che nei parchi pubblici non può essere percepito; per conoscere, comprendere e conservare la grandezza della natura e della cultura, la magnificenza creata per grandi scopi.

Lo status del Giardino botanico di Villa Mirasasso

Il Giardino vanta elementi culturali di inestimabile valore e vi si trova una raccolta di piante che comprende oltre 170 differenti specie esotiche. Per queste ragioni il Giardino ha lo status di:

  • patrimonio di architettura dei giardini,
  • valore naturalistico di importanza nazionale,
  • monumento naturalistico locale e
  • monumento culturale locale.

Missione e visione della gestione del Giardino botanico

Il Giardino botanico di Villa Mirasasso è di proprietà del Comune di Sežana. Il suo gestore è Komunalno stanovanjsko podjetje d. d. Sežana, la cui missione e visione sono le seguenti:

“Gestire il Giardino favorendo uno sviluppo sostenibile, preservandolo e proteggendolo, arricchendolo dal punto di vista dell’orticoltura e valorizzandone l’infrastruttura fino al livello di eccellenza, tenendo conto del Piano di gestione e delle linee guida dell’Istituto per la Protezione dei Beni Culturali della Slovenia e dell’Istituto della RS per la conservazione della natura. Rafforzare la consapevolezza dell’importanza naturale e culturale del Giardino e promuovere il suo riconoscimento a livello nazionale e internazionale. Rafforzare gli aspetti didattici e la ricerca nonché cooperare con organizzazioni simili e organizzazioni rilevanti per esso. Promuovere in modo responsabile il turismo sostenibile e arricchirlo con contenuti, eventi, manifestazioni raffinate, tutti accuratamente selezionati, al fine di preservare i sensibili elementi naturali e culturali, mantenendo la qualità del suo carattere e della sua importanza.“